top of page
Cerca
  • Immagine del redattorelafontevet

FIV: Virus dell' Immunodeficienza Felina (AIDS felino)

Aggiornamento: 27 gen 2021



Il virus FIV è un virus che, nei gatti, provoca una sindrome detta Immunodeficienza felina:

causa cioè una sorta di “indebolimento” del sistema immunitario ed ha un comportamento analogo al virus HIV che, nell’uomo, provoca l’AIDS.


Quali sono i sintomi?

In genere dal momento in cui il gatto si infetta al momento in cui compaiono i sintomi vi è un lungo periodo (anche di anni) in cui il gatto non manifesta sintomi.

Il virus FIV, come già detto, danneggia il sistema immunitario aprendo quindi la porta ad ogni genere di infezione. Inoltre i gatti FIV positivi avrebbero una maggiore probabilità di sviluppare alcuni neoplasie come leucemie e linfomi.

.

Come si trasmette la FIV?

Il virus si trasmette dai gatti infetti a quelli sani per contatto diretto, in particolare attraverso i morsi. È infatti molto diffuso tra i gatti maschi adulti, non sterilizzati, liberi di uscire all’esterno che lottano tra loro mordendosi. Più raramente il virus si trasmette con l’accoppiamento, da una madre infetta ai piccoli (ma è un evento poco frequente) o con le trasfusioni di sangue se il gatto donatore non viene testato.


La FIV può essere trasmessa ad altri animali domestici?

Il virus è specie specifico e pertanto non può essere trasmesso ad altri animali di specie

diverse o all’uomo, per cui un gatto FIV positivo può trasmettere l’infezione solo ad altri gatti.

Condividere ciotole e lettiere con un gatto infetto, o il leccarsi reciprocamente, non comporta un rischio d’infezione significativo. Gatti sterilizzati che vivono in casa hanno scarse probabilità di contrarre l’immunodeficienza felina.


Come si diagnostica la FIV?

E’ possibile eseguire un test ambulatoriale con poche gocce di sangue. In caso di positività (presenza di anticorpi) sarà poi necessario eseguire ulteriori indagini diagnostiche.


Qual è la terapia per la FIV?

Purtroppo non esiste una terapia antivirale specifica per la FIV ma ci sono alcune precauzioni che si possono prendere per salvaguardare il più possibile la vita di un gatto FIV positivo. Se il gatto è ancora “intero” è necessario eseguire l’intervento di sterilizzazione e limitare i contatti con altri gatti.

Il gatto va regolarmente vaccinato contro le principali malattie infettive, visitato regolarmente, trattato per i parassiti intestinali ed i parassiti esterni (in particolare nei confronti delle pulci).


Come si può prevenire la FIV?

Non essendo ancora disponibile un vaccino sicuro ed efficace, al momento, la prevenzione migliore è evitare l’esposizione al virus; pertanto l’unico modo per proteggere i gatti è di sterilizzarli e, se possibile, tenerli in casa.

129 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page